Chi siamo

Chi siamo

Prima di essere un progetto, AppenninOpenAir è un gruppo di lavoro con molte professionalità, conoscenze, competenze e abilità, a disposizione del territorio e dei suoi abitanti.
Vogliamo accompagnare cittadini e cittadine, operatori del turismo e futuri imprenditori e imprenditrici a cogliere le opportunità offerte dal turismo lento, rigenerativo, smart.
Siamo un buon presidio per iniziare e un ottimo motivo per non mollare.

Barbara Panzacchi
In Città Metropolitana è delegata al Turismo, Componente del Tavolo di concertazione e della Cabina di regia del Territorio Turistico Bologna - Modena.
Capofila del progetto AppenninOpenAir, custode delle bellezze naturalistiche dell'Alpe che vorrebbe fare conoscere a tutti, allena lo spirito imprenditoriale della "sua" comunità. E vede già oltre.
Vive da sempre a Monghidoro ed è la Sindaca che tutti ci invidiano.

Alessandro Santoni,
Sindaco di San Benedetto Val di Sambro.

Amministratore di lungo corso, Responsabile del progetto, da sempre sostenitore dell'importanza di azioni innovative, integrate e coordinate volte a consolidare la posizione del nostro Appennino come destinazione turistica di rilievo. Un risultato che è sicuro sarà raggiunto, grazie a questo progetto ed alla sempre crescente partecipazione dell’intera area di Bologna Montana (BoM).

Lorenzo Lamma
Vice Sindaco, Assessore ambiente e rigenerazione urbana del Comune di San Benedetto Val di Sambro.

Originario di Pian del Voglio, da sempre si impegna per il bene del suo Paese a cui è fortemente legato.
Crede nel progetto AppenninOpenAir per la capacità che ha di portare miglioramento non solo a un Comune bensì a tutto l'Appennino.

Michele Boschi
Assessore Turismo, Sport, Sviluppo progetti di Rete, Comunicazione istituzionale del Comune di Monghidoro.

Mezzo montanaro, mezzo bolognese, 100% guida escursionistica e esperto di vino. Accompagna il coordinamento per non perdersi tra i sentieri, unendo puntini e persone.

Alessio Santi
Assessore al Turismo del Comune di San Benedetto Val di Sambro.
Originario di Castel dell’Alpi, da anni si prende cura del territorio, soprattutto del Lago di Castel dell'Alpi e dei sentieri limitrofi.
Interessato a tutto quello che può far crescere il nostro Appennino, porterà tutte e tutti sulle rive del suo amato Lago.

Giulia Gitti
Consigliera del Comune di Monghidoro.

Arriva dal borgo di Piamaggio; ama la natura, l’alta montagna ed, essendo un’insegnante, ha anche una grande pazienza. Aiuta a unire i puntini e le persone.

Roberto Serra
Consigliere del Comune di San Benedetto Val di Sambro.

Originario del Principato di Qualto, educatore e artista. Sta in mezzo ai giovani, conosce tutti, davvero tutti, per questo nel progetto favorisce connessioni per non lasciare indietro nessuno.

Marina Kovari
coordina il progetto.
Non è bolognese e non è montanara. Ma è stata tra le prime a crederci. Si occupa di innovazione sociale e tecnologica.

Stefano Lorenzi
e tutto il team di Appennino Slow.
Stefano tra i primi visionari a parlare di cammini in Appennino. In gioventù ha camminato tanto e ha trasformato un piacere in un lavoro. Insieme a tutta AppenninoSlow si occuperanno di tradurre i sogni in pacchetti turistici.

Il team di Bologna Montana Bike Area
Da una pedalata tra amici hanno dato vita al primo comprensorio mountain bike dell'Appennino Bolognese. Creeranno un nuovo itinerario in bici e a molte altre cose impreviste, perchè è molto difficile stargli dietro, pedalano forte.

Michele Asta, Francesca Battistoni
e tutto il team di Social Seed.
Seminano briciole come in Pollicino per costruire il percorso più importante: il cambiamento. Accompagneranno le comunità nei percorsi di innovazione e capacity building.

LADO Architetti
rigenererà l'area del Camping La Martina.
LADO Architetti svolge un’attività di progettazione eterogenea, che spazia dalla scala paesaggistica al dettaglio architettonico e progetterà tutto quello che un turista outdoor vorrebbe trovare.

Studio Lenzi & associati
si occupa del recupero della struttura "Palazzo Ranuzzi". Coordina il progetto Stefano Quarenghi, originario di San Benedetto Val di Sambro (montanaro), solo omonimo del più noto Giacomo (ГИАКОМО КВAРEHГИ).

Luca Cosmi,
architetto.

Si occupa del recupero di una struttura da destinare a un Bike hotel. Monghidorese DOC, alle parole preferisce la fotografia per descrivere il mondo.

Annalisa Bonvicini
tira le fila della comunicazione. Cresciuta tra Monghidoro e Bologna, è scappata con il circo. Riuscirà questo progetto a farla tornare un po’ in Appennino?

Marco Cretarola
e tutto il team di Hashtable.
Quelli del sito. Camminano molto tra codici, sviluppo di progetti web3 e App. Se state leggendo questa pagina adesso, è merito loro. Riusciremo a portarli sull'Alpe senza pc.

Si ringraziano

Liliana Medici, Luca Cosmi, Stefano Lorenzi, Michele Boschi, Lorenza Vaccari, Marco Fabbri, Bologna Welcome, AppenninoSlow, Bologna Montana Bike Area, Wok Photography, Officine Biavani per le foto utilizzate in questo sito e Fabio Gamberini graphic designer per aver curato l’identità visiva di AppenninOpenAir.

AppenninOpenAir è co-finanziato dal Ministero del Turismo, Direzione Generale della Valorizzazione e della Promozione turistica, a valere sul Fondo per la valorizzazione dei comuni con popolazione inferiore a 5mila abitanti a vocazione turistica, di cui all’art. 1, comma 607 della Legge 29 dicembre 2022, n. 197. I beneficiari sono i Comuni di Monghidoro (capofila) e San Benedetto Val di Sambro, come da graduatoria n. 10, prot. n. 0020726/23, n. pratica 21479, allegato al Decreto SG prot. n. 0032510/23 del 4/12/23.

Promotori

Comune di Monghidoro

Comune di San Benedetto Val di Sambro

Partner

Soggetti attuatori